Many thanks to Hanzík for the Czech translations!

tcc-case-title

Banzen riunì il Clan del Ragno e disse:
La maestra Suku è troppo lontana per supervisionare il vostro prossimo rilascio,
e non c’è più alcun abate rimasto per guidarvi.
Come scoverete gli errori nel vostro codice?

Il primo monaco disse:
Chi più adatto di un maiale per conoscere gli errori di un altro maiale?
Io controllerò il codice del mio fratello, e lui il mio.
Saremo l’uno gli occhi dell’altro.

Il secondo monaco disse:
Il maiale potrà conoscersi corpo e anima,
ma solo il cuoco può dire se sia ben arrostito.
Mi fiderò degli occhi dei nostri tester, il cui sacro compito è trovare errori.

Il terzo monaco disse:
Il maiale succulento può essere arrostito alla perfezione,
ma la vita del cuoco è finita se l’Imperatrice voleva del manzo.
Mostrerò l’applicazione ai nostri clienti, e mi fiderò solo dei loro occhi.

Il quarto monaco disse:
Il cuoco merita di perdere la propria testa se manda un idiota a prendere l’ordinazione!
Fidarsi di se stessi significa abbracciare l’arroganza.
I miei unit test automatizzati saranno i miei occhi.

Il sesto monaco disse:
Prima che pensi tu stesso ai tavoli, chiedi a un dottore se il tuo udito è debole!
Fa’ che il paziente corrà una dozzina di li!
Il mio web-crawler automatizzato sarà i miei occhi.

Il settimo monaco disse:
È il medico di un maiale che giudica il corpo solo da ciò che si può vedere.
Che il sangue e la bile si riuniscano!
Il mio analizzatore statico del codice sarà i miei occhi.

L’ottavo monaco coprì la testa col mantello, e disse:
Sette strade incominciano qui; questo cieco deve rimanere indietro.
Ma se sette vanno e dicono ciò che hanno visto, vedrò più lontano di tutti gli altri.
Tutti questi monaci saranno i miei occhi.

Banzen fece notare alla sua apprendista Satou:
Il secondo monaco non fa nulla.
L’ottavo monaco non fa nulla.
Cosa suggerisce il tuo terzo occhio?

Satou rispose al maestro:
Il nulla del secondo monaco è virtuoso,
Ma il nulla dell’ottavo monaco lo è otto volte di più.
L’ottavo dovrebbe essere il nuovo abate, e il secodo suo servitore.

Così fu l’ottavo monaco elevato,
e il secondo monaco corretto.